ROTZO un paese da scoprire

 

 

 

 

ROTZO offre al visitatore diversi itinerari sui quali poter praticare l'escursionismo durante le quattro stagioni, ma soprattutto d'estate, la stagione ideale per compiere delle belle passeggiate durante le quali è possibile osservare da vicino la ricca flora e la stupenda fauna che caratterizza questo piccolo paese di montagna. Nella parte del Sito relativa alla flora e alla fauna è possibile ammirare alcuni particolari di fiori o animali che il visitatore, rispettando la natura , potrà incontrare nel corso delle passeggiate che ci accingiamo a descrivere. Questi percorsi, sono caratterizzati da diversi gradi di difficoltà, adatti quindi ad ogni livello di capacità di chi ama farsi " quattro passi " o " quattro pedalate in mezzo al verde.

Sentieri C.A.I.


Passeggiate

 

 



Sentiero delle Cenge : Questo itinerario, recentemente ripristinato dalla Comunità Montana, consente all'escursionista di visitare i luoghi a strapiombo sulla Val d'Assa, su un sentiero che si snoda in luoghi ove un tempo si praticava la pastorizia e in piccoli spazi anche l'agricoltura. Il sentiero parte dalla campagna di Rotzo dove , grazie alla recente segnaletica, si individua la partenza dell'itinerario. Partendo dalla zona delle " Lomazzen" ci si dirige in direzione Est sul sentiero che passa proprio sopra gli scogli (fare attenzione)che sovrastano la Strada del Piovan, e continuando si passa sotto ad alcune bastionate di roccia che , a grazie al loro spettacolare colore con varie sfumature arancioni, fanno respirare al visitatore, la magica atmosfera dei " Canyons" americani. L'itinerario prosegue poi verso il " Pulpito del Fior" un bellissimo punto panoramico affacciato sulla Val d'Assa e si sposta sempre verso Est in direzione delle "Cascate del Pach" passando attraverso il "Vignale del Ghit" una zona ove in tempi lontani vi erano alcune vigne. Arrivati alle Cascate si può ammirare , specie in periodi di abbondanti piogge, il gran salto ( 30-40 m.)compiuto dall'acqua che partendo dagli antichi lavatoi della contrada Valle e dalla Sorgente della Romita si porta verso la Val d'Assa. Di qui continuando verso Est, il percorso si porta fino ad Albaredo continuando il suo snodarsi tra balze di roccia e un bel bosco ove regna dominante il carpino nero. Tempo di percorrenza :1.h e 1/2 - 2 ( Sola Andata) Da Albaredo si può far ritorno al punto di partenza scendendo lungo la strada provinciale ( 1/2 h)

 

Lunghezza Km. 4 fino al Bostel, giro completo Km.8.3.
Dislivello fino al Bostel
m.280
Dislivello giro completo
m.430
File Google Earth

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Copyright © 2001-2009 Slaviero Bruno & Ferraresi Massimo. Tutti diritti riservati.